Oggi grande festa per l’anniversario della nascita della Repubblica Italiana

tapenade-618
Per la ricetta della settimana proponiamo la “Tapenade di carciofi”
2 giugno 2017
artefunebre
Un grande abbraccio al nostro Direttore Editoriale, Riccardo De Cataldo
2 giugno 2017
6137f3ac-4407-4d21-ad9c-b7251050cfed

La scelta tra Monarchia o Repubblica. La risposta degli italiani nel referendum del 2 giugno 1946.

 

Con il Il 54,3%, gli italiani scelsero la Repubblica. Fu la fine della Monarchia, con Umberto II, che era diventato sovrano appena un mese prima, a seguito all’abdicazione da parte del padre Vittorio Emanuele III.

Nenni, Togliatti, De Gasperi sono i protagonisti di quello storico passaggio. Una scelta tra monarchia e repubblica che doveva essere affidata alla diretta consultazione popolare mediante un referendum.

festa-della-repubblica

Un orientamento ampiamente condiviso. Si discuteva però se si doveva effettuare prima, dopo o durante la Costituente oppure se contestualmente. Le dispute sul modo e sul tempo della scelta istituzionale furono molte e con polemiche acute.

Fino ad arrivare al 16 marzo, in cui venne fissata la data del 2 giugno per l’elezione della Costituente e per il referendum.

E comunque, nonostante le tensioni di quei giorni cruciali, si può liberamente affermare che “le consultazioni elettorali del 2 giugno furono le più libere e tranquille tra quelle svolte nel 1946 in tutta l’Europa liberata”.

Gli elettori affollarono i seggi. Le donne per la loro prima volta, andarono a votare con trepidazione.

Vince la Repubblica e il ministro degli Interni Romita si affretta a darne pubblica notizia.

6137f3ac-4407-4d21-ad9c-b7251050cfed

Oggi il cerimoniale ufficiale della Festa della Repubblica prevede che il Presidente della Repubblica deponga, così come è avvenuto anche oggi, una corona d’alloro in omaggio al Milite Ignoto, proprio sull’Altare della Patria.

Il ricordo di oggi.

E lungo i Fori Imperiali si svolge la tradizionale parata. La sfilata delle forze armate. Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia, Vigili del Fuoco, Croce Rossa Italiana e alcuni corpi della polizia municipale di Roma e della protezione civile. I Sindaci di moltissimi comuni in prima linea, soprattutto nello specifico riferimento a quelli coinvolti negli ultimi eventi sismici.

Tanta gente ad assistere, un vero e proprio bagno di folla che si unisce in coro al pensiero del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che sottolinea: Nel settantunesimo anniversario della nascita della Repubblica Italiana rivolgo il mio saluto agli uomini ed alle donne delle nostre forze armate ed insieme a loro rendo omaggio ai tanti caduti lungo il difficile e sofferto cammino del nostro Paese verso la libertà e la democrazia. I valori che ci hanno unito il 2 giugno del 1946 continuano a guidarci per realizzare lo stesso desiderio dei nostri padri: dare alle future generazioni un’Italia in pace, prospera e solidale, in grado di assolvere a un ruolo autorevole e propulsivo all’interno di quella comunità internazionale che abbiamo contribuito a edificare”.

 

Foto: Vanity Fair

 

[La Redazione]

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi