Bilancio Partecipativo sul verde, i cittadini rispondono (ancora) presente

Municipio
La sfiducia diviene realtà: Cristiano Bonelli firma il ‘colpo di grazia’ alla Capoccioni
1 febbraio 2018
Mostra Repubblica XL
Il fumetto ‘in grande stile’: inaugurata la nuova mostra targata Repubblica XL
6 febbraio 2018
IMG_20180202_201802

Presenza massiccia di associazioni e civili al secondo incontro proposto da M5S, tra denunce e proposte per le aree verdi

In un’Aula di Consiglio piena di cittadini e idee, è andato in scena oggi, 2 Febbraio 2017, il secondo e ultimo appuntamento relativo al bilancio partecipativo. Dopo aver parlato lo scorso venerdì di lavori pubblici, stavolta le attenzioni sono state rivolte al tema del verde pubblico, alla presenza di cittadini, associazioni di quartiere e Giunta 5 Stelle. Nonostante il clima pesante esterno, provocato dalla mozione di sfiducia, i Consiglieri e la Presidente pentastellata non hanno mostrato segni d’incertezza, espletando il loro programma relativo al verde e rispondendo ad ogni singola proposta cittadina.

É l’atto conclusivo di un progetto volto alla piena condivisione delle scelte con i cittadini”, ha introdotto la Presidente Roberta Capoccioni in concerto all’Assessore al Bilancio Pasquale Cicala per la presentazione del piano, da quello ordinario (con risorse in netta crescita rispetto al passato) a quello straordinario “aperto” attraverso le schede Merloni. “Solo adesso abbiamo potuto scegliere questa modalità, dove si può scegliere insieme quali interventi svolgere”, ha chiosato la Presidente pentastellata, giustificando così il mancato utilizzo del bilancio partecipativo nel primo anno di mandato Municipale. Le risorse potranno essere destinate alle aree cani (140.000 euro), gli arredi per parchi, le aree verdi delle scuole (250.000 euro, sopraggiunti ai 60.000 euro di ordinario), spazi verdi nei centri anziani e infine quelle abbandonate. Inoltre, l’Assessore all’Ambiente Mimmo D’Orazio ha illustrato i progetti già avviati – come la manutenzione dopo il censimento delle opere ludiche effettuato dal Comune e l’attivazione del Servizio Giardini – ed i programmi futuri (aree fitness, aree gioco inclusive e arredi per parchi). “Per fortuna o sfortuna, siamo uno dei quartieri con più aree verdi di Roma”, ha concluso l’Assessore, “ora è importante dare un vostro contributo”.

Tra gli interventi effettuati dai Comitati di Quartiere, emerge a gran voce la richiesta di risorse per la sicurezza, riprendendo i temi degli accampamenti abusivi vicino la Stazione Val D’Ala e sotto il Viadotto Gronchi e della sorveglianza delle aree a maggior rischio, come Terrazza Zavattini e Parco delle Betulle. Relativamente al tema degli accampamenti abusivi, dove i cittadini desiderano “maggiori controlli successivi allo sgombero”, Roberta Capoccioni si è detta comprensiva con i residenti, ma preoccupata per le conseguenze di tale atto (comunque già in programma), non avendo strumenti normativi necessari per reprimere completamente il fenomeno. Di tono sicuramente ottimistico, il tema della maggiore vigilanza, grazie all’arrivo di nuove telecamere dalla vittoria del bando comunale, che verranno installate nei luoghi più sensibili e soggetti allo sversamento di materiali.

Sui temi legati direttamente all’ambiente, i cittadini hanno rivendicato manutenzioni e riqualificazioni specifiche di giardini e parchi (su di tutti il Parco delle Valli , Sacco Pastore, Marcigliana e Parco Bolivar) , delucidazioni sui bandi e contenziosi (Parco Labia, “in fase di inquadramento finale e in uscita entro due mesi” e Parco delle Sabine), sulla “devastante situazione delle alberature” (di competenza del Dipartimento Ambiente), sulla sosta selvaggia attigue ai giardinetti (su cui si stanno facendo progetti con l’Università Roma Tre) e sul ‘celeberrimo’ e conflittuale Progetto Coni, dove il Municipio “non ha avuto potere di scelta” ma non dovrebbe opporre resistenza, “avendo ricevuto il consenso da parte di tutte le scuole del quadrante”. Infine spazio alle aree inclusive, con l’ennesima proposta concreta ed originale da parte del Comitato Indipendente Valmelaina con la costruzione di denso-strutture per ogni parco, affinché si incentivi la comunicazione con i giovani e le fasce più deboli.

Spunti interessanti, sottoposti comunque ai vincoli burocratici del Comune e di vari agenti esterni, che disegnano, come la scorsa volta, un quartiere migliore. E il verde, stavolta, calza a pennello per i cittadini presenti e gli stessi Consiglieri pentastellati, vista l’attuale situazione politica.

© Riproduzione Riservata 

Luca V. Fortunato
Luca V. Fortunato
Nato con la 'penna' all'ombra del Colosseo, sono un aspirante giornalista, in procinto di diventare pubblicista grazie a La Quarta. Accanto alle cronache del mio Municipio, alterno le mie passioni per la musica e il calcio, scrivendo per alcune testate online (SuperNews e L'Isola che non c'era), senza dimenticare il mio habitat universitario. Lì ho conseguito una laurea triennale in Comunicazione a La Sapienza e scrivo per il mensile Universitario Roma. Frase preferita? "Scrivere è un ozio affaccendato" (Goethe).

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi